Interrogare l’inconscio con la Kinesiologia Applicata

Il kinesiologo attraverso un test muscolare interroga l’inconscio della persona che ha di fronte bypassando la parte conscia. Questo perché il nostro corpo registra, a nostra insaputa, tutto ciò che avviene intorno sin dal periodo intrauterino!

La Kinesiologia Applicata consiste in una tecnica diagnostica ideata da George Goodheart D.C. nei primi anni sessanta in America, il quale notò come la forza muscolare dei suoi assistiti cambiava toccando punti specifici del loro corpo. Questa manipolazione era in grado di far sparire in taluni casi moltissimi disturbi, alcuni addirittura ad eziologia ignota.

La Kinesiologia Applicata (Applied Kinesiology) si basa sul principio che l’essere umano è un sistema integrato e inscindibile in singole parti. Ogni qualvolta apportiamo delle modificazioni a questo sistema, questi reagisce attraverso meccanismi di vario tipo (biochimico, metabolico ecc.). Questi meccanismi di reazione hanno sempre in comune un corrispettivo sul piano della muscolatura scheletrica nel senso di una variazione del tono della muscolatura e, in definitiva, in una variazione della postura.

In altre parole, qualunque “input” apportiamo ad un essere umano (sia di tipo biochimico, che di tipo fisico che psico-emozionale), questi risponderà con una modificazione del suo tono muscolare. Questa variazione può essere verificata, secondo Goodheart, da un operatore che sia in grado di effettuare i test muscolari all’uopo indicati.

La Kinesiologia Applicata si avvale del Test Muscolare per indagare la persona

In pratica con le tecniche di Kinesiologia Applicata operate da un professionista si è in grado di comunicare col “computer centrale ( il cervello) dove sono registrate tutte le informazioni che riguardano ogni persona sia a livello conscio che inconscio e che abbracciano tutto l’arco della sua vita compreso il periodo prenatale. Il kinesiologo attraverso queste stimolazioni sarà in grado di interrogare il nostro inconscio e di verificare se le correzioni ossia i rimedi provati siano tollerati o meno dal sistema.

Il test kinesiologico se praticato da un esperto kinesiologo si rivela un potentissimo strumento di indagine e di correzione del disturbo in essere. Stress non soltanto di natura fisica, ma anche e soprattutto di natura psico-emozionale possono essere evidenziati e corretti con una revisione al proprio stile di vita e l’assunzione in taluni casi di rimedi prettamente naturali.

Abbiamo quindi la possibilità di porre domande al corpo ed ottenere sempre risposte esatte in quanto, come dice Goodheart, l’organismo non mente mai, occorre però che le “domande” vengano poste in modo corretto. Da qui l’importanza di affidarsi ad un professionista certificato del settore.

La Kinesiologia Applicata offre una strada per ritrovare la via della guarigione

L’utilità di questo test sta nel fatto che l’operatore può capire se lo squilibrio della persona sia dovuto ad un problema emotivo, metabolico o strutturale. Da lì in poi la consultazione si orienterà in tal senso! Anche la scelta del rimedio verrà testata (tra quelli scelti dall’esperienza dell’operatore) e quindi sarà il paziente stesso (ovvero il suo organismo) a scegliersi il rimedio ottimale.

L’operatore sarà soltanto un tramite per ritrovare la via della guarigione che è innata in ognuno di noi!

Devi essere loggato per lasciare un commento.