Il mais un cereale da consumare d’estate

Il Mais è un cereale dal peso specifico alto, è un cereale molto freddo in quanto si raccoglie in estate e si coltiva nel passaggio tra freddo e caldo. Si semina verso marzo ed ha foglie molto grandi favorite proprio dal clima caldo umido di cui necessita per potersi sviluppare bene. Proprio in virtù del caldo umido di cui necessita però tende a sviluppare molto facilmente muffe.

Anche se la tradizione nostrana privilegia l’uso di questo cereale d’inverno quando si è soliti consumarne le farine sottoforma di polenta, il mais è un cereale che andrebbe privilegiato d’estate sotto forma di pannocchia, proprio per la ragione che si sviluppa nella stagione calda.

Il mais d’inverno libera l’umido che ha accumulato, non soltanto come materia ma anche come energia e questo porta a reumatismi perché non è un cibo la cui disponibilità biologica può essere utile nella stagione invernale. La maggior parte della sua energia viene assorbita dalle foglie che si usano per fare diverse cose. La pianta è robusta e ha molte fibre, ma non contiene nutrienti importanti per cui dopo averla mangiata facilmente aumenta il senso di fame. Chi mangia polenta ha sempre fame a causa della carenza di nutrienti.

Il mais si può coltivare su terreni collinosi, richiede solo acqua che in montagna è facile trovare. Si coltiva in molte zone perché ha una resa piuttosto elevata, inoltre, cosa non da poco, è un cereale che riempie facilmente la pancia e questo al contadino piace molto.

Il consiglio come sempre è quello di privilegiare il cereale in chicchi piuttosto che sottoforma di farine (per polenta o pasta). Le farine, molto comode in quanto grazie a questo procedimento l’uomo si è assicurato che il cibo si conservi molto più a lungo, si ossidano rapidamente a contatto con l’aria. Quindi a meno che non ce le prepariamo da soli a casa e che le consumiamo nell’immediato, meglio sempre optare per il fresco.

Il mais un cereale che fa produrre latte

La mucca mangia volentieri le foglie del mais che le danno fibra, ma non il mais. Il mais aumenta la produzione di latte perché contiene un amido facilmente trasformabile in zucchero. Alla mucca viene dato mais proprio per incrementare la produzione di latte. Proprio per questa sua caratteristica può essere molto utile per le donne in allattamento consumare zuppe di mais. In questo modo infatti si può aumentare la produzione di latte.

(Articolo tratto da una lezione del Dr Viktor Marko Solomon)

Devi essere loggato per lasciare un commento.