Seminario Definizione del percorso patologico 15 luglio 2016

EPI Pharma in collaborazione con BioPhysics Research e Forza Vitale presenta il 4°evento culturale dell’anno 2016:

 Definizione del percorso patologico: dai modelli di comportamento ai processi biochimici attivi nelle aree cerebrali e sistemiche.

(La Fisica Quantistica per l’esplorazione delle aree cerebro-spinali grazie alle Reti di Bong-Han Kim ed all’Organizzazione Holonomica del cervello. L’essenza del Bio-Explorer)

 Roma, 15 Luglio 2016

4° incontro dell’anno 2016 con gli eventi culturali di EPI Pharma! In collaborazione con BioPhysics Research e Forza Vitale, EPI Pharma presenta il seminario informativo sul Bio-Explorer il primo macchinario NON-invasivo in grado di esplorare le aree cerebrali individuando per tempo malattie, ricercandone l’origine.

Una rivoluzione nella medicina!

Per la prima volta possiamo indagare a livello biochimico con alta sensibilità tutte le aree cerebro-spinali e sistemiche in modalità assolutamente non invasiva.

Codice di verifica: captcha
Consenso sulla Privacy:
I dati forniti verranno trattati secondo il Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 (CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI), per le finalità e con le modalità previste dal decreto. Il titolare del trattamento dei dati personali è:
EPI Pharma Srls - Via Collalto Sabino 120 - 00199 Roma

Location

Hotel Palacavicchi Via Ciampino, 70 – 00178 Roma – Italia

Uscita 23 GRA di Roma: Appia

Registrazione: 8,30 – 9,30 / Seminario: 9,30 – 16,30

Pranzo compreso

Programma del Seminario

Le basi scientifiche

Lo stato dell’arte ufficiale e l’obiettivo da raggiungere: come fare?

Le Reti di Bong-Han Kim: The Primo Vascular System

La comunicazione intercellulare

L’organizzazione holonomica del cervello secondo Karl Pribram

Correlazione evento – area cerebrale

Correlazione evento – organo

Caratteristiche del Bio-Explorer

Passivo e non invasivo.  Ultra-sensibile.  Unico ad esplorare tutte le aree cerebro-spinali.  Classifica degli eventi nel tempo.  Compensazione della pressione sulla sonda e validazione del dato con controllo di varianza. Indipendente dal pH.  Programmabile.  Professionale ad alta affidabilità. Conseguenze della sensibilità del BE, ripetitività dei markers, protezione dai campi EM.

Richiami importanti:

Ciclo delle malattie,  rendimento sinaptico, espressione dei recettori sulle membrane cellulari, apoptosi e necrosi da eccito-tossicità.

L’esperienza di oltre dieci anni di attività per la migliore esecuzione di un test diagnostico col Bio-Explorer:

Prima Fase:  Acquisizione ragionata dei dati

La persona è destrimane?  Ha già una diagnosi ufficiale?  Ha sintomi ben precisi?

Controllo dei livelli di regolazione omeostatica in tutte le aree cerebrospinali e sistemiche

Esame critico del livello medio di regolazione: nei limiti tipici, troppo alto o troppo basso.

Se alto: caffè o farmaci?    Se basso: ha dormito?  Funghi nell’intestino?

Integrazione della situazione rilevata con quanto visto nell’anamnesi.

Inizio dell’indagine da organi periferici o da aree cerebrali?    Limite di 8 o 60 aree.

Test di biochimica su area/e sistemiche e/o cerebrali

  1. Uso dei markers specifici per ciascun tema su max 8 aree
  2. Ricerca di soli 1 o 2 markers specifici in molte aree cerebrali e sistemiche:

Presenza di parassiti?  di cellule tumorali?   di dopamina?   di …………

Il livello di regolazione omeostatica è simile in tutte le aree o una / due sono alte? Se si, eseguire il test dei markers tumorali.   In base ai risultati, serve un altro test? Si/No

L’analisi dei risultati porta a capire che:

Il livello di ATP è chiaramente basso?  (acido lattico)

C’è ossidazione attiva? (8-OHdG, 3-NT, XO, H2O2, C/P, C/S)

C’è carenza di folati e B12?  (omocisteina), eccesso di zuccheri? (1-HL, Eme glicosilata)

Stato ischemico? (S-100)   Depositi sulle arterie? (G-S-T)

Emorragie o microemorragie? (TXA-2)

Attivazioni virali o batteriche?  (INFα,β,γ, Il-12, IL-1β, TNF-α)

Markers tumorali? (C-MYC, C-RAS, PEtn, PChoCl, IgF1) Se si, l’organismo si difende? (Caspase 3, 7)

Il sistema immunitario ha un blocco in un’area? (IL-10, IL-27, TGF-β1, etc.)

Mitosi attiva? (Timidina chinase, CDC-2 kinase)

Presenza di parassiti e funghi? (IgE, TXA-2, IL-5)

Ci sono problemi cardiaci?  (S-100, CPK, Proteina C Reattiva, Troponin, Acido lattico, GST)

Nel fegato ci sono metalli? (Al, Cu, Cd, Fe, Pb, Hg, etc.)      Stati tossici? (GST)

Il ricambio è bloccato in un’area? (β-galactosidase, IL-10)

La barriera emato-encefalica è aperta? (Albumina)

Test su aree cerebro-spinali

Stratificazione degli eventi vissuti.

Eseguire il test impiegando sempre i primi sei markers per attivare il calcolo dei tempi.

Seconda Fase: esame dei risultati nelle aree cerebro-spinali

Esame critico delle regolazioni omeostatiche di base.

Attivazioni neuronali: in quale area?  Il risultato è coerente con la patologia in atto già diagnosticata od è uno stato allostatico asintomatico?

Esame dei neurotrasmettitori e neuro peptidi: si evidenzia:

  • un equilibrio fra eccitatori ed inibitori/depressori
  • c’è prevalenza netta di eccitatori (alterazioni delle regolazioni e ritmi)
  • c’è prevalenza netta di inibitori/depressori (inibizione del sistema immunitario)

Ci sono eventi risalenti al perinatale o prenatale?

Leggi di correlazione tipo di evento – area cerebrale

Leggi di correlazione simbolo – organo.

Correlazione fra neuro peptidi e componenti emozionali.

Markers sempre presenti in tutte le aree esaminate: squilibrio nei modelli

Il modo di reagire evidenzia una alterazione dei modelli di comportamento? (Super-Io)

Esempi di Test eseguiti in condizioni patologiche diverse

Verifica di efficacia della terapia

 

Devi essere loggato per lasciare un commento.